abiti da sera

Non esiste donna che non ami gli abiti da sera: corti o lunghi, accollati o scollati, fascianti o morbidi, di modelli ne esistono centinaia, adatti alle più svariate occasioni e, soprattutto, ai vari tipi di fisico… l’importante è saper scegliere. Ecco 5 dei tanti errori in cui spesso noi donne incorriamo acquistando il vestito dei nostri sogni.

1) Acquistare ciò che ti piace non tenendo conto del tipo di occasione.

Se è vero che le regole non sono più ferree come una volta, è pur vero che, a seconda del tipo di evento cui siamo invitate a partecipare, il dress code cambia, a volte di molto.

Tutto questo per sottolineare il fatto che possiamo acquistare l’abito da sera più bello del mondo ma, se non adatto all’occasione, ci farà sfigurare lo stesso: ti consigliamo di informarti prima sull’abbigliamento richiesto e, perché no, di metterti d’accordo con le altre invitate.

2) Scegliere abiti che insistono sui punti sbagliati.

Tutte noi abbiamo punti forti che è giusto sottolineare, ma purtroppo spesso abbiamo anche piccoli difetti che andrebbero adeguatamente nascosti.

Il segreto per acquistare l’abito giusto (il discorso vale non solo per quelli da sera) è quello di optare per un modello che equilibri la figura. Facciamo un piccolo esempio: se hai i fianchi un po’ larghi ed un fondoschiena “importante”, evita abiti stretti in vita, o troppo fascianti, e punta su abiti con una bella scollatura, magari con qualche decorazione sul decoltè, che distolgano l’attenzione dai tuoi punti deboli.

3) Optare sempre e comunque per l’abito lungo.

Gli abiti lunghi sono sicuramente molto eleganti, ma non stanno bene a tutte: se sei bassina, un abbigliamento del genere non contribuirà certo a slanciarti, quindi, soprattutto se hai belle gambe (e se il dress code lo permette), puoi optare per un abito più corto che sicuramente renderà il tuo fisico più armonico, senza schiacciarti. In commercio puoi trovare vestiti da sera corti che non hanno nulla da invidiare agli altri!

abiti da sera consigli

4) Pensare che gli abiti più belli siano quelli scollati.

Esistono abiti da sera scollati davvero incantevoli, ma bisogna poterseli permettere: tornando al discorso dell’importanza della ricerca del giusto equilibrio, è bene ricordarsi che, se si ha la fortuna di avere un seno bello e prosperoso, valorizzarlo non vuol dire sfoggiare scollature vertiginose, che rischiano di apparire assolutamente volgari, ed è sempre meglio optare per scolli più contenuti che lo valorizzino sostenendolo nel modo giusto.

5) Infagottarti troppo se sei molto magra.

Hai un fisico molto asciutto, caratterizzato da busto minuto, bacino stretto, e poco seno? Il tuo punto di forza è il corpo magro e tonico, che non dovrai infagottare con abiti vaporosi, magari di pizzo o tulle: opta per un abito lungo che abbia la parte superiore aderente ed una gonna sfiancata e svasata, ideale per spezzare la figura. Cerca di evitare anche le scollature incrociate o rotonde, che appiattiscono il seno, e magari osa una scollatura a V, anche piuttosto profonda.

Omai: trendy, grintosa e sempre elegante, in ogni occasione!

abiti da sera omai

Sei una donna dinamica e trendy, che ci tiene a distinguersi in ogni occasione, dalla più casual alla più formale? Da anni Omai si impegna per vestirti “a tutto tondo”, per accompagnarti in ogni momento della giornata, comprese le ricorrenze più importanti.

Nei nostri 12 punti vendita completamente rinnovati e nel nuovo store online troverai abiti da sera lunghi e corti, confezionati in raso, crepe, tulle, velluto e georgette, disponibili in tanti modelli, adatti ad ogni occasione e, soprattutto, ad ogni silhouette.

Ad accompagnare i nostri capi troverai inoltre una fornita collezione di accessori, fra cui borse, scarpe e bijoux, indispensabili per un outfit completo.

Cosa aspetti a venirci a trovare? Non dovrai far altro che entrare nel nostro mondo, scegliere, provare e sognare!

Lascia la tua e-mail per ricevere in anteprima le nuove Collezioni e sconti esclusivi!

Commenta questo articolo!

La tua email non sarà pubblicata.